Acquacheta – Acquacheta

Feline Rating

Etichetta: autoprodotto

Genere: post rock, alternative, space rock

Anno di uscita: 2017

General Info: 4 brani, 00h 15m

 

Il nome suonerà nuovo ai più, a quelli che non sguazzano nell’underground italiano. Di chi parliamo? Degli Acquacheta, gruppo palermitano che ha appena lanciato un EP, omonimo.

Acquacheta segue Desmosoma, demo uscita nel 2016.

Il nuovo lavoro – per chi ha ascoltato anche il lavoro precedente – ci dimostra subito una crescita della band a livello compositivo, seppur sia passato a malapena un anno. Se in Desmosoma le influenze di Bluvertigo, Verdena e Management Del Dolore Post Operatorio erano abbastanza captabili, in Acquacheta si delinea uno stile decisamente più personale e compatto, segno di una maggiore maturità musicale. Se “Orbite a Vuoto” (Desmosoma) ad un primo ascolto rimanda ai Verdena di WOW, “Icaroci da l’idea di cosa sono oggi gli Acquacheta e manda un chiaro messaggio a chi li ascolta: siamo tornati, siamo cambiati, siamo pronti.

L’atmosfera dell’EP è sicuramente molto meno garage e punk. Assume, come in Di Nulla, toni spaziali, o più alternative come in Icaro. “Nessunego” è la traccia consigliata di questo lavoro e quella che ci ha preso di più.

Come è bello sapere che i problemi non sono in casa tua

Quasi godere di quelli altrui / Senza sapere i tuoi

La sua moderata malinconia raggiunge il picco nel ritornello e contribuisce a saturare quell’atmosfera spaziale, avvolgente e a tratti ancora garage, creata nei brani precedenti; “Nessunego” attrae l’attenzione su di Lei fino all’inizio della più calma “Volpe, traccia conclusiva di questo EP che ha saputo prenderci e sorprenderci.

cover di Acquacheta

I malfidato potrebbero subito dire che la scelta del titolo è dovuta ad una mancanza di idee. Non è questo il caso degli Acquacheta. Infatti c’erano molti nomi nella testa del gruppo; alla fine però si è deciso di dare al lavoro il nome della band e quindi di fare un passo indietro a favore del gruppo e della musica che propone oggi. Questa è la crescita degli Acquacheta; 

hanno saputo, più che reinventarsi, rielaborarsi. Hanno preso ciò che avevano in mano, fatto convergere all’interno del gruppo le singole personalità, creando un prodotto del tutto nuovo, che non somiglia a niente di già ascoltato – a meno che non lo si voglia trovare ad ogni costo – e che da una sensibile spinta verso l’alto ad un gruppo di ragazzi che vogliono emergere e farsi notare.

Buon ascolto Felines.

Feline Breakdown

Comments are closed.