Entroterra italico: Fabio Della Torre e il laboratorio Bosconi

Quella di Fabio Della Torre è una storia i cui inizi sono da rintracciare a esatta metà dei 90s.
Sono anni di vibrante frenesia per il clubbing made in Italy: la costa romagnola detiene il titolo di capitale del settore; seguono immediatamente tutto le principali città dello Stivale, ognuna delle quali distinta dai suoi riferimenti di punta. Quello di Firenze e di tutto il territorio toscano è il Tenax, realtà che già da un decennio prima, e per tutto esso,  si stava continuando a distinguere tra gli addetti ai lavori quale una delle dancefloor più eccentriche e seducenti, attirando la magnetica attenzione della più influente stampa europea non necessariamente “dell’industria”.

Tra i nostri precedenti contenuti, vi ricorderete di quando già nominammo il Tenax in occasione del debutto della bella Silvie Loto, artista di cui curammo un brevissima rece/biografia qualche settimana addietro (quì per maggiori info).

Ebbene, 13 anni prima di quella data, Fabio era già alle stesse redini; anche per lui, quelle di iniziazione.
Ben presto in molti si accorgono di lui: fa ballare dalla Germania alla Francia passando inevitabilmente per Ibiza; altalenando stili ed influenze al caso, rimanendo comunque fedele ad un identificativo stampo personale. Il bagaglio in spalla gli formerà una consapevolezza musicale tale da intraprendere un percorso parallelo a quello del DJing ma assolutamente affine: inizia l’esperienza da Label Owner, occupazione di un coinvolgimento e di effettivo carico lavorativo non influente, anzi.

Se è l’inizio del nuovo millennio a definire in senso ultimo la sua “congruenza” musicale, il 2008 segna un ennesimo step fondamentale: è ora che nasce Bosconi Records, progetto strettamente devoto all’identità territoriale toscana e alla sua tradizione culturale.
Per i laboratori Bosconi sono passati nomi di grandi internazionali così come quelli di promettenti emergenti italiani dando modo soprattutto a quest’ultimi di esprimere sé stessi su uno dei palcoscenici più illuminati tra tutto il panorama europeo. Ben presto una sola “officina” non è più sufficiente, sorgono di fatti le sub etichette Bosconi Extra Virgin (vi ricordate di Dj Rou e della sua Chillin’ At The 6th Floor pubblicata per un Various Artist? Sarà proprio un prodotto extra-vergine) e Bosconi Squirts, costola dalla formula più sperimentale e divergente.

Questo fine settimana, Fabio e il suo marchio saranno ospiti di un doppio appuntamento nel capoluogo abruzzese.
Ci si vede dal pomeriggio fino tarda sera @ Eagle City Record Store pres. Bosconi Workshop | 11.03, di fianco a padron di casa Bosconi, il già noto Dj Rou e Nas1, tra i nuovi volti più rappresentativi ed apprezzati della label.
Scoccata la mezzanotte, saranno le pareti di Pinacoteca ad accogliere il proseguo della festa.

Evento ufficiale Facebook: 11.03 | Pinacoteca with Fabio Della Torre

Vedo gente, faccio cose.

Comments are closed.