Feline Meowth 07/2020: Smooth

Ogni mese l’appuntamento con i 4 dischi più freschi (o quasi) in circolazione


Lupe Fiasco – HOUSE

Genere: hip hop

“HOUSE” è l’EP che precede il prossimo album già annunciato dell’acclamato rapper Lupe Fiasco, prodotto in collaborazione con il famoso designer (e ultimamente controverso per lo scandalo dell’ultima cover dell’album postumo di Pop Smoke Virgil Abloh. Come suggerito dal titolo l’EP si concentra sulla figura della casa e su come questa possa essere considerata in modo diverso in base alla persona che si ha di fronte. Senza eccessive pretese, ma non pecca certo di stile.

Da ascoltare se: state cercando un album hip hop da far suonare dalle cuffiette sotto l’ombrellone.

In love with: SLEDOM


Lianne La Havas – Lianne La Havas

Genere: neo-soul

Il progetto self titled di Lianne La Havas è stato senza dubbio quello che ha catturato maggiormente la mia attenzione in questo mese. È riuscita a portare un prodotto raffinato e incantevole nel senso più puro del termine. La voce di Lianne è a tratti angelica, sempre ben modulata e con degli alti degni da una soundtrack di 007. La speranza è che con questo album ottenga della meritata notorietà anche ad un pubblico più mainstream.

Da ascoltare se: non l’avete ancora sentita? Cosa fate ancora qua?

In love with: Weird Fishes


Taylor Swift – folklore

Genere: folk pop

Non avrei mai pensato di inserire un album di Taylor Swift in questa rubrica, ma la è fatta di sorprese. “folklore” è un album che rivela la parte malinconica della superstar statunitense, aiutata per l’interità del disco dal membro dei “The National” Aaron Dessner e nel brano Exile dall’incredibile prestazione di Bon Iver. Il risultato è sbalorditivo e lo rende un ascolto praticamente obbligato, a prescindere dallo scetticismo che non nascondo di aver avuto anche io quando ho saputo della release.

Da ascoltare se: siete alla ricerca di qualcosa di introspettivo.

In love with: exile


Terrace Martin, Robert Glasper, 9th Wonder, Kamasi Washington – Dinner Party

Genere: hip hop

I nomi coinvolti in questo progetto parlano praticamente da soli: quando degli esponenti di questo tipo collaborano non ci si può che aspettare un prodotto di altissima qualità. E le promesse della vigilia sono state decisamente mantenute: sentire il sassofono di Kamasi Washington mescolarsi con le note uscite dal piano di Robert Glasper non è cosa da tutti i giorni. L’unico difetto che posso trovare in “Dinner Party” è la durata esigua di 23 minuti, nonostante questo rimane un ascolto iperconsigliato dal sottoscritto.

Da ascoltare se: almeno uno di questi quattro geni musicali vi ha mai saputo catturare.

In love with: Sleepless Nights

Written By
More from Matteo Russo

Feline Interviews: Sandro Outwo

Sandro Torres, in arte Sandro Outwo, è un rapper di origini pugliesi...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *