I Fleet Foxes ci regalano a sorpresa il nuovo album “Shore”

Avevano anticipato di pubblicarlo e ora hanno rispettato la loro promessa: i Fleet Foxes hanno pubblicato il loro quarto album “Shore”, già disponibile all’ascolto.

Robin Pecknold, frontman del gruppo statunitense, ha iniziato a lavorare al seguito di “Crack-Up” – che era uscito tre anni fa – nel settembre 2018, terminando il tutto solamente all’inizio di questo mese. La registrazione è avventura a Manhattan, Long Island City, Paris, Los Angeles, e al Long Pond Studio dei National ad Hudson.

«Ci ho lavorato come se fosse l’ultimo grande album che cerco di fare, non perché lo sarà, ma perché non possiamo prevedere il futuro, e non volevo lasciare benzina inutilizzata nel serbatoio. Se lo scorso aprile mi avessero chiesto cosa sarebbe successo ad un disco mezzo pronto nel mio hard disk, con il mondo che si stava risistemando improvvisamente, avrei detto che non sarebbe mai uscito. Sono contento di poterlo condividere così presto» ha detto Pecknold.

Inoltre, l’album è accompagnato da un video da 55 minuti diretto da Kersti Jan Werdal, continuamente in produzione da diverse ore su YouTube. L’opera è stata filmata nel corso di un mese tra Washington, Oregon e Idaho dell’ovest, su pellicola 16mm.

Tra i collaboratori ci sono Uwade Akhere (nella canzone d’apertura), i batteresti Chris Bear e Homer Steinweiss, la compositrice Meara O’Reilly, il cantante brasiliano Tim Bernardes, Hamilton Leithauser e la sua famiglia, Daniel Rossen, Kevin Morby, la violinista Marta Sofia Honer, il chitarrista Michael Bloch e l’ingegnere del suono Beatriz Artola.

More from Luca Basso

Ascolta “She Knows” di Graham Coxon per The End of the F***ing World

Ieri è uscita la seconda stagione di “The End of the F***ing...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *