Travis Scott: JACKBOYS è la nuova compilation targata Cactus Jack

Il video della versione originale di HIGHEST IN THE ROOM che ci ha fatto entrare nella bocca di Travis Scott ad ottobre ora si decifra come inevitabile premonizione a posteriori di uno sballo da food coma post-natalizio: ieri 27 dicembre è uscita JACKBOYS, la compilation d’esordio dell’etichetta Cactus Jack.

La label fondata nel 2012 conta una congeniale rosa di artisti che qui, sotto la guida dello stesso padre fondatore Travis Scott, hanno modo di sperimentare una commistione di capacità e sedimentare i singoli talenti. Più efficaci di qualsiasi bicchiere della staffa, le sette tracce di cui si articola l’uscita toccano i consoni temi sulla tavola imbandita del rap, spaziando tra rapporti incasinati con le donne e supporto reciproco tra fratelli, su strumentali distorte per mano di Mike Dean e Chase B tra gli altri. La lista degli invitati spazia dai capotavola Young Thug e Pop Smoke, Quavo e Offset dei Migos, Lil Baby e Rosalía, splendida pure con un ugly Christmas sweater addosso.

La cover del disco, così come il merch di accompagnamento, è stata affidata alla fotografia di un Harmony Korine dall’estetica back to Spring Breakers del 2013; in primo piano una BMW E30 M3 dell’88 firmata Cactus Jack disponibile all’asta sul sito di Scott.

Ennesimo regalo sotto l’albero è il video di GANG GANG, collaborazione con Don Toliver, Sheck Wes e Luxury Tax che omaggia il rispetto e la lealtà delle reciproche gang. Ambientato nel notturno di un’autodemolizione, iconico è il cameo di una Tesla Cybertruck ad affermare che, anche per questo Natale, la mancia della nonna è relativa.

Fatti un regalo e ascolta JACKBOYS qui:

Written By
More from Marina Lepori

The xx stanno lavorando ad un nuovo disco

Sono passati solo tre giorni dall’inizio dell’anno e la nuova musica fa...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *