Them Crooked Vultures, gli avvoltoi volati via troppo presto


Them Crooked Vultures, un progetto musicale nato a Los Angeles nel 2009 dalla collaborazione di monumenti del panorama rock mondiale, quali l’instancabile Dave Grohl, frontman dei Foo Fighters e storico batterista ai tempi dei Nirvana, Josh Homme dei Queens Of The Stone Age (chitarra/voce) e John Paul Jones dei mitici Led Zeppelin (basso/tastiere).

Definiti un “super gruppo” data la mole di storia e professionalità, questo progetto nasce quasi per caso. Dopo svariate session spese a suonare per il semplice gusto di farlo, iniziano a prendere forma veri e propri pezzi che successivamente saranno i protagonisti dell’omonimo lavoro in studio Them Crooked Vultures.

 Le loro prime apparizioni in pubblico si registrano già dall’Agosto del 2009 in America e in Europa, ad Amsterdam ed al Reading Festival sempre nello stesso anno.

Dopo la registrazione in studio, il 17 Novembre 2009, l’etichetta discografica RCA Records pubblica il primo omonimo album della band.

Il disco è composto da ben 13 tracce per abbondanti 66 minuti di puro rock.

  1. No One Loves Me & Neither Do I
  2. Mind Eraser, No Chaser
  3. New Fang
  4. Dead End Friends
  5. Elephants
  6. Scumbag Blues
  7. Bandoliers
  8. Reptiles
  9. Interlude with Ludes
  10. Warsaw or the First Breath You Take After You Give Up
  11. Caligulove
  12. Gunman
  13. Spinning in Daffodils

Lo stile che caratterizza questo lavoro si avvicina allo Stoner Rock con marcate influenze Heavy Metal.

I testi, frutto del duro lavoro di Josh Homme, sono avvolti da un sound superlativo; Sound caratterizzato da un riffage vario che spazia avvicinandosi molto al progressive e da un ritmo dettato divinamente, in modo quasi maniacale, dal basso e dalle tastiere di John Paul Jones, che valorizza ancora di più il carattere del disco.

Cosa dire di Dave Grohl, una prestazione da protagonista alla batteria, degna di un musicista maturo e consapevole delle sue capacità; controtempi e tempi dispari che oramai sono diventati un suo marchio di fabbrica.

Il disco fa il giro del mondo insieme al tour organizzato dalla band, toccando l’Oceania, l’Asia, l’Europa e l’America (senza purtroppo sfiorare l’Italia).

Dopo il tour, voci vicine alla band, parlavano di un nuovo lavoro in studio, ma non si sono avute più notizie a riguardo. Le possibili cause di questo mancato “sequel” sono da attribuirsi alle diverse strade intraprese dai tre al termine del tour. Grohl torna al lavoro con i Foo Fighters e nell’aprile del 2011 pubblica “Wasting Light”, Josh Homme  è impegnato con i QOTSA ed in altre collaborazioni che lo vedono protagonista nelle turnee live di Florence and The Machine mentre John Paul Jones intraprende un nuovo progetto con l’artista folk Seasick Steve partecipando al tour ed alla registrazione dei successivi album.

Con la speranza di un ritorno, gustatevi la ottima performance dei TCV al Fuji Rock 2010, in Giappone, a nostro parere la più bella performance live del gruppo; Il brano si intitola “No One Loves Me & Neither Do I”, apre il loro disco e anche la nostra mente!

Facebook Comments

Written By
More from Manuel Capri

James Blake vicino al nuovo album

Le voci sull’imminente uscita del nuovo LP di James Blake che hanno...
Read More

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *