Just Like We Never Said Goodbye, SOPHIE

È notizia ormai nota a tutti: Sophie Xeon, meglio nota come SOPHIE, è morta tre giorni fa a seguito di una caduta dal tetto di casa sua ad Atene, Grecia. Ancora difficile da digerire, impossibile da realizzare.

Quando sabato mattina erano circolate le prime voci su Twitter della terribile notizia, l’incredulità era nell’aria ma, nel giro di poche ore, è arrivata la conferma: SOPHIE ci ha lasciato, per sempre. Anzi no, perché qualcosa è rimasto: la sua musica, la sua figura, la sua femminilità.

È davvero difficile delineare il percorso fatto da SOPHIE nel corso di 12 anni, fatto di tante produzioni per artisti rinomati (Madonna, Charlie XCX, Vince Staples) culminati con “It’s Okay to Cry”, il primo singolo in cui si è mostrata per la prima volta al pubblico, con tutta la sua fragilità ed emotività. Una trans-woman icona e amata da tutti, in prima linea per la lotta politica di genere.

Non ci sono altre parole da aggiungere, lasciamo solamente la modalità “play” in loop per conoscere e parlare con SOPHIE, ancora viva tra noi.

Just Like We Never Said Goodbye, SOPHIE

More from Luca Basso

Collasso: ascolta il nuovo singolo “Se ci vedessero gli alieni”

“Se ci vedessero gli alieni” è il nuovo singolo di Collasso, disponibile da oggi...
Read More

Lascia un commento